BACK
Anna Pacco

 

Come Agisce il Training Autogeno

Il funzionamento del Training Autogeno coinvolge il Sistema Nerovo Autonomo, ossia l'insieme dei neuroni che innervano gli organi interni, i vasi sanguigni e le ghiandole.

 

Il  Sistema  Nervoso  Autonomo  si  suddivide  in  Sistema  Simpatico,  responsabile  dello  stato  di attivazione  dell'organismo  tipico degli  stati  di  tensione  (ad es.  aumento dei battiti cardiaci e del ritmo respiratorio,  inibizione  della  salivazione  e della digestione)  ed  in  Sistema  Parasimpatico, responsabile dello stato di calma (ad es. regolarizzazione dei battiti cardiaci e del ritmo respiratorio, stimolazione della salivazione e della digestione).

 

Il Sistema Simpatico si attiva  nelle  situazioni  di  pericolo  e  stress,  in  modo  che  l'organismo  sia all'erta e pronto a farvi fronte,  mentre il Sistema Parasimpatico si attiva nelle situazioni di calma, e normalmente i due sistemi lavorano in equilibrio tra loro.

Se lo  stress però  dura a lungo,  come  succede  spesso oggi  giorno a causa dei  ritmi frenetici,  può accadere che ci sia un'iper-attivazione del  Sistema Simpatico ed una ridotta attivazione del Sistema Parasimaptico, e quindi uno squilibrio.

Se tale  squilibrio  perdura a  lungo,  l'organismo esaurisce le sue energie dato che non ha sufficienti momenti di riposo in cui recuperare.

 

Scopo   del  Training  Autogeno   è  favorire  l'attivazione  del   Sistema  Parasimpatico  e  garantire all'organismo  una  pausa di rilassamenti  nella quale  recuperare le energie,  in  modo da  favorire il ritrovamento del naturale equilibrio tra Sistema Simpatico e Parasimatico.